Pannelli e lastre in cartongesso- limiti e normative in materia
Innovazione
<< Indietro

Ogni rivenditore di materiale edile conosce i vantaggi dell’utilizzo dei sistemi basati sul cartongesso rispetto alle soluzioni tradizionali.

Le partizioni a secco realizzate con sistemi di lastre, infatti, consentono di raggiungere prestazioni tecniche elevate con spessori, pesi, costi e tempi di lavorazione notevolmente ridotti rispetto a soluzioni con cemento e mattoni, sfruttando al contempo performance elevate anche in termini di isolamento termo-acustico o contro l'umidità.

 

 

Attenzione alle caratteristiche delle Lastre in cartongesso

 

Fatta questa doverosa premessa, ogni fattispecie di costruzione presuppone diversi criteri da seguire. Il cartongesso va applicato valutando al meglio la giusta combinazione dei suoi componenti con una particolare attenzione alle dimensione dei profilati che ne costituiscono la struttura auto-portante.

 

Occorre inoltre tenere in considerazione le principali caratteristiche delle lastre e degli altri materiali utilizzati in funzione del contenimento del consumo energetico - ovvero la dispersione del calore dall’interno all’esterno dell’edificio -, le prestazioni acustiche (fono-isolamento e fono-assorbimento) e la loro capacità di ergersi come barriera all’attacco del fuoco.

 

Per maggiori informazioni sulle lastre ignifughe leggi anche: " Cartongesso ignifugo: La sicurezza massima deve essere certificata "

 

Le principali normative di riferimento per l'applicazione dei pannelli in cartongesso

 

 

Le pareti, le contropareti, i tamponamenti esterni e i controsoffitti sono elementi degli edifici che non rivestono una funzione strutturale ma che, in caso di collasso o danneggiamento, costituiscono comunque un pericolo per l’incolumità delle persone e una perdita economica in termini di costi di ripristino, tempi di inattività e danneggiamento dei beni contenuti nell’edificio. È bene quindi prestare la massima attenzione alle normative di settore.

 

Rapportandosi al D.M. 14/01/2008  denominato “Norme Tecniche per le Costruzioni”-, il calcolo strutturale di questi elementi costruttivi riguarda le sollecitazioni strutturali legate al peso proprio e alle spinte superficiali, comprese quelle del vento e delle azioni sismiche.

 

Nei confronti invece dell’azione sismica, ai sensi del D.M. 14/01/2018, i sistemi realizzati con lastre in cartongesso, devono essere verificati per gli stati limite di esercizio, al fine di limitarne il danneggiamento e mantenere l’agibilità dell’edificio, e per gli stati limite ultimi, con l’obiettivo di tutelare la sicurezza degli utenti scongiurando il collasso dell’elemento o l’espulsione di sue parti.

 

 

 Scopri tutti i vantaggi derivanti dall'adozione dei sistemi a secco all'interno del vostro business: Scarica gratuitamente la guida di Knauf!

 

 

Le classi d'uso delle costruzioni secondo le NTC

 

In aggiunta, le Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC), con riferimento alle conseguenze di una interruzione di operatività o di un eventuale collasso, suddivide le costruzioni in quattro classi d’uso:

 

  • Classe  I: Costruzioni con presenza solo occasionale di persone, edifici agricoli;
  • Classe II: Costruzioni il cui uso preveda normali affollamenti, senza contenuti pericolosi per l’ambiente e senza funzioni pubbliche e sociali essenziali, Industrie con attività non pericolose per l’ambiente;
  • Classe III:  Costruzioni il cui uso preveda affollamenti significativi, Industrie con attività pericolose per l’ambiente;
  • Classe IV:  Costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti, anche con riferimento alla gestione della protezione civile in caso di calamità, Industrie con attività particolarmente pericolose per l’ambiente.

 

Va inoltre prevista, per gli elementi non strutturali, la verifica dei differenti stati limite a seconda della classe d’uso dell’edificio.

 

 

Risulta quindi importante anche per gli stessi rivenditori sapere che, in base allo specifico elemento da realizzare, in fase progettuale occorre considerare le azioni alle quali quest’ultimo è sottoposto durante la sua vita utile.

 

Potrebbe interessarti anche: " Knauf Italia, team tecnico per la customer care a supporto del rivenditore edile di cartongesso "

 

 

Elementi da considerare in caso di utilizzo di lastre in cartongesso

 

Per i vari elementi realizzabili con sistemi a secco, utilizzando cioè lastre di cartongesso, occorre considerare:

 

Per le pareti e le contropareti: le forze sismiche fuori dal proprio piano causate dalle accelerazioni cui le stesse sono soggette e gli spostamenti nel proprio piano causati dai movimenti relativi tra gli impalcati dell’edificio;

 

Per i controsoffitti: le azioni fuori dal loro piano, in direzione verticale, dovute al peso proprio e a pressioni o depressioni dell’ambiente in cui sono installati.

 

Va poi posta la massima attenzione alla corrispondenza dei componenti relativi ai sistemi in lastre di cartongesso, in base alle Normative Europee, in particolare:

 

– per le lastre in cartongesso: rispondenza alla Normativa Europea UNI EN 520;

– per gli accoppiati isolanti: rispondenza alla Normativa Europea UNI EN 13950 e all’obbligatorietà della Marcatura CE;

– per i profili metallici: rispondenza alle Normative Europee UNI EN 14195 e UNI EN 13964 che ne definiscono le caratteristiche e le tolleranze dimensionali;

 

Non va poi dimenticata la norma UNI 11424:2015 riferita a “Gessi – Sistemi costruttivi non portanti di lastre di gesso rivestito (cartongesso) su orditure metalliche – Posa in opera” che sostituisce la norma UNI 11424:2011 in riferimento alla posa in opera dei sistemi realizzati con lastre di gesso rivestito su orditure metalliche e ne precisa i criteri e le regole in relazione ai sistemi seguenti:

  • tramezzi, rivestimenti di pareti e controsoffitti realizzati all’interno di edifici residenziali;
  • pareti e rivestimenti con orditura a tutta altezza.


KNAUF
di Lothar Knauf S.a.s.

Sistemi Costruttivi Cartongesso
  • P.iva 02470860269
    Via Livornese 20
    56040 Castellina Marittima (PI)
    Tel. 050 69211 - Fax 050 692301
    E-mail: knauf@knauf.it
  • Il tuo carrello
  • Archivio Ordini
  • -->